BPER, Vandelli: “Veneto ed Emilia sono aree nel nostro DNA”

(Teleborsa) – In un settore bancario depresso mostra un frazionale ribasso anche Banca Popolare dell’Emilia Romagna.

Il titolo bancario scivola dello 0,37% scambiando a 3,74 euro per azione.  Il numero uno di BPER Alessandro Vandelli ha rilasciato un’intervista a La Repubblica dove ha spaziato dal tema azionariato a quello di aggregazioni.

Vandelli ha dichiarato che l’ipotetica integrazione con la Popolare di Milano sarebbe stata una bellissima operazione ma “ormai è acqua passata”. Il numero uno della banca non ha rinunciato a mandare messaggi verso le banche valtellinesi (Popolare di Sondrio e Credito Valtellinese).

Su Veneto Banca, invece, Vandelli ha spiegato “seguiamo con attenzione l’evoluzione della banca. Resta il fatto -ha aggiunto l’amministratore delegato di BPER – che il Veneto e l’Emilia sono aree nel nostro DNA, Regioni in cui ci piacerebbe crescere”.

Intanto, gli azionisti di BPER si preparano all’assemblea di sabato 26 novembre. All’ordine del giorno nella parte straordinaria la proposta di trasformazione di Banca popolare dell’Emilia Romagna da società cooperativa a società per azioni.

BPER, Vandelli: “Veneto ed Emilia sono aree nel nostro DNA”
BPER, Vandelli: “Veneto ed Emilia sono aree nel nostro DNA&...