Borse USA impacciate ad inizio contrattazioni

(Teleborsa) – Gli indici di Wall Street limano la parità ad inizio seduta. Gli investitori sono rimasti insoddisfatti dai risultati dell’industria cinese ad agosto, mentre nello stesso mese i prezzi al consumo negli Stati Uniti si sono portati poco sotto al target della Fed.

Intanto, la Bank of England ha lasciato invariati i tassi, ma ha definito “appropriato” una riduzione del programma di QE nei prossimi mesi, portando la sterlina a 1,33 dollari (+1,1%).

Il Dow Jones si ferma a 22.142,31 punti; sulla stessa linea, resta piatto lo S&P-500, con le quotazioni che si posizionano a 2.493,45 punti. Leggermente negativo il Nasdaq 100 (-0,37%); sulla parità lo S&P 100 (-0,17%).

Andamento negativo negli States su tutti i comparti dell’S&P 500. In fondo alla classifica, sensibili ribassi si manifestano nel comparto Information Technology, che riporta una flessione di -0,41%.

La sola Blue Chip del Dow Jones in sostanziale aumento è Du Pont de Nemours (+1,79%). Le peggiori performance, invece, si registrano su Cisco Systems, che ottiene -0,52%.

Tutti i titoli del Nasdaq-100 sono sotto la parità. I più forti ribassi si verificano su Shire, che continua la seduta con -1,17%.

Borse USA impacciate ad inizio contrattazioni
Borse USA impacciate ad inizio contrattazioni