Borse positive grazie a energia e auto

(Teleborsa) – Le principali borse europee tagliano il traguardo di metà seduta con gli indici in rialzo, sostenuti dalla buona performance dei titoli petroliferi e automotive. A fare da assist anche i prezzi del petrolio vicini ai massimi da due mesi.

L’Euro / Dollaro USA continua gli scambi a 1,184 Euro / Dollaro USA, con un aumento dello 0,72%. Sul fronte macroeconomico, il PIL dell’Eurozona sale da +0,5% a +0,6% nel secondo trimestre, mentre scivolano gli indici PMI sul manifatturiero. Nel pomeriggio, sono attesi dagli USA i redditi delle famiglie e la spesa per consumi, relativi al mese di giugno, e l’indice ISM manifatturiero di luglio. 
L’Oro continua la seduta poco sotto la parità, con un calo dello 0,21%. Nessuna variazione significativa per il mercato petrolifero, con il petrolio (Light Sweet Crude Oil) che si attesta sui valori della vigilia a 50,14 dollari per barile.

Consolida i livelli della vigilia lo spread, attestandosi a 155 punti base, con il rendimento del BTP decennale che si posiziona al 2,06%.

Tra i listini europei piccoli passi in avanti per Francoforte, che segna un incremento marginale dello 0,45%. Sostenuta Londra, con un discreto guadagno dello 0,73%. Giornata moderatamente positiva per Parigi, che sale di un frazionale +0,48%. Seduta in lieve rialzo per Piazza Affari, con il FTSE MIB, che avanza a 21.588 punti. 

Risultato positivo a Piazza Affari per i settori Automotive (+2,19%), Viaggi e intrattenimento (+1,86%) e Petrolifero (+1,12%). Nella parte bassa della classifica del listino azionario italiano, sensibili ribassi si manifestano nei comparti Vendite al dettaglio (-0,80%) e Chimico (-0,43%).

Tra i best performers di Milano, in evidenza Ferrari (+2,97%), Fiat Chrysler (+1,86%) in attesa delle immatricolazioni di luglio. Tra i petroliferi, fa bene Saipem (+1,50%). Corre Brembo (+1,46%).

Le peggiori performance, invece, si registrano su Yoox, che ottiene -1,18%. 

Preda dei venditori UBI Banca, con un decremento dell’1,08%.

Tra i migliori titoli del FTSE MidCap, Juventus (+7,76%), Piaggio (+4,86%), Interpump (+3,65%) e El.En (+2,78%). Le più forti vendite, invece, si manifestano su De’Longhi, che prosegue le contrattazioni a -1,91%.

Borse positive grazie a energia e auto
Borse positive grazie a energia e auto