Borse positive. Focus sugli occupati USA

(Teleborsa) – Proseguono bene le principali borse europee che tagliano il traguardo di metà seduta con segni positivi. I fari degli addetti ai lavori sono puntati sul rapporto sull’occupazione americana, che potrà orientare la Federal Reserve nelle prossime settimane.

L’Euro / Dollaro USA mantiene la posizione sostanzialmente stabile su 1,191. L’Oro mantiene la posizione sostanzialmente stabile su 1.318,5 dollari l’oncia. Vendite diffuse sul petrolio (Light Sweet Crude Oil), che continua la giornata a 46,77 dollari per barile.

Sui livelli della vigilia lo spread, che si mantiene a 169 punti base, con il rendimento del BTP decennale che si posiziona al 2,07%.

Tra i mercati del Vecchio Continente ben comprata Francoforte, che segna un forte rialzo dello 0,72%. Si muove in progresso Londra, evidenziando un incremento dello 0,31%. Parigi avanza dello 0,84%. Frazionale aumento per la Borsa Milanese, con il FTSE MIB che sale dello 0,63% a 21.807 punti. 

Si distinguono a Piazza Affari i settori Chimico (+2,82%), Automotive (+1,88%) e Beni personali e casalinghi (+1,20%). Tra i più negativi della lista del listino azionario italiano, troviamo i comparti Telecomunicazioni (-0,74%) e Immobiliare (-0,52%).

Tra le migliori azioni italiane a grande capitalizzazione, brilla Fiat Chrysler, con un forte incremento (+3%) in attesa dei dati sulle immatricolazioni, stasera a mercato chiuso. Il Lingotto beneficia ancora della indicazione positiva fornita ieri da Goldman Sachs.

Tra gli altri industriali, fa bene Brembo, mostrando un incremento dell’1,68%.

Nel lusso, denaro su Moncler, che registra un rialzo dell’1,63%.

Bilancio decisamente positivo per STMicroelectronics, che vanta un progresso dell’1,44%.

Le più forti vendite, invece, si manifestano su Telecom Italia, che prosegue le contrattazioni a -1,06%.

Tra i protagonisti del FTSE MidCap, De’Longhi (+5,66%), Datalogic (+2,75%), Amplifon (+2,72%) e CIR (+2,11%). I più forti ribassi, invece, si verificano su Sogefi, che continua la seduta con -1,51%.

Borse positive. Focus sugli occupati USA
Borse positive. Focus sugli occupati USA