Borse poco mosse. A Piazza Affari vola Mediaset

(Teleborsa) – Investitori indecisi in avvio dei settimana: sia Piazza Affari che gli altri principali Listini del Vecchio Continente risultano infatti poco mossi a metà seduta nonostante l’allentamento delle tensioni in Catalogna, i numeri da record della produzione industriale in Germania e il balzo dell’indice Sentix ai massimi da 10 anni.

Sul valutario, sostanzialmente stabile l’Euro / Dollaro USA, che continua la sessione sui livelli della vigilia a 1,174. Grande attesa per la pubblicazione dei Verbali dell’ultimo meeting di politica monetaria della Federal Reserve che, secondo la maggior parte degli analisti, dovrebbe alzare i tassi ancora una volta prima della fine dell’anno.

Tra le commodities, seduta in lieve rialzo per l’oro, che avanza a 1.283,1 dollari l’oncia, mentre il Petrolio (Light Sweet Crude Oil) è sostanzialmente stabile su 49,34 dollari per barile.

Migliora lo spread (differenziale tra il rendimento del BTP e quello del Bund tedesco), scendendo a 166 punti base, con un calo di 3 punti base rispetto al valore precedente, con il rendimento del BTP decennale che si posiziona al 2,11%.

Tra i mercati europei, senza spunti Francoforte, che non evidenzia significative variazioni sui prezzi; sostanzialmente debole Londra, che registra una flessione dello 0,30%, ferma Parigi, che segna un quasi nulla di fatto. Da rilevare il +0,50% di Madrid mentre aumenta la schiera di quanti pensano che il Governo centrale spagnolo riuscirà alla fine e frenare i propositi indipendentisti della Catalogna.

Nessuna variazione significativa nemmeno per il listino milanese che, dopo un avvio che faceva presagire una mattinata di frazionalo guadagni, si appiattisce sui livelli precedenti. Il FTSE MIB è dunque fermo a 22.404 punti; sulla stessa linea, rimane ai nastri di partenza il FTSE Italia All-Share, che si posiziona a 24.745 punti, in prossimità dei livelli precedenti. Sulla parità anche il FTSE Italia Mid Cap (-0,02%) mentre il FTSE Italia Star lima lo 0,23%.

Tra i best performers di Milano, in evidenza Mediaset (+8,13%) su rumors di stampa secondo cui sarebbe prossima ad un accordo con Vivendi per chiudere la disputa al mancato acquisto della pay TV da parte del Gruppo francese.
Molto bene Yoox (+1,10%), A2A (+1,06%) e Italgas (+0,96%).

I più forti ribassi, invece, si verificano su BPER, in un comparto bancario che non festeggia i commenti positivi della BCE sull’esito degli stress test su un eventuale aumento del costo del denaro. A pesare sono ancora le norme stringenti sugli NPL imposte dall’Eurotower.
Lettera anche su Banco BPM e UBI Banca. 

In luce Atlantia dopo il via libera della Consob spagnola all’OPAS su Abertis.

Tra i protagonisti del FTSE MidCap, doBank (+2,87%), Mutuionline (+2,27%), Saras (+2,16%) e Acea (+1,83%).

Le peggiori performance, invece, si registrano su RCS, che ottiene -2,78%.

Borse poco mosse. A Piazza Affari vola Mediaset
Borse poco mosse. A Piazza Affari vola Mediaset