Borse in ritirata dopo i deludenti dati occupazionali americani

(Teleborsa) – Peggiorano le borse europee dopo la diffusione del Job Report, che ha evidenziato una crescita di occupati inferiore al previsto, pari a 156 mila unità contro le 175 mila attese. Un dato che potrebbe influenzare la tempistica del prossimo rialzo dei tassi da parte della Fed. 

L’Euro / Dollaro USA prosegue gli scambi con guadagno frazionale dello 0,21%. Consolida i livelli della vigilia lo spread, attestandosi a 135 punti base, con il rendimento del BTP decennale che si posiziona all’1,36%.

Tra gli indici di Eurolandia Francoforte mostra un calo dello 0,26%, mentre Londra mantiene un ampio vantaggio dell’1,06%, grazie all’exploit dei titoli minerari. Debole Parigi, che perde lo 0,36%. Piazza Affari riporta una variazione pari a -0,17% sul FTSE MIB.

Tra le migliori azioni italiane a grande capitalizzazione, in primo piano Banca MPS, che mostra un forte aumento del 2,56%, a fronte di alcuni realizzi, con il focus sempre sulle ipotesi di risanamento.

Buona performance per Cnh Industrial, che cresce dell’1,45%.

Sostenuta UBI Banca, con un discreto guadagno dell’1,02%.

Buoni spunti su UnipolSai, che mostra un ampio vantaggio dell’1,01%.

I più forti ribassi, invece, si verificano su Mediaset, che continua la seduta con -1,81%.

Soffre Buzzi Unicem, che evidenzia una perdita dell’1,64%.

Calo deciso per Telecom Italia, che segna un -1,24%.

Sotto pressione Moncler, con un forte ribasso dell’1,24%.

Borse in ritirata dopo i deludenti dati occupazionali americani
Borse in ritirata dopo i deludenti dati occupazionali americani