Borse in modesto recupero. Piazza Affari penalizzata dalle banche

(Teleborsa) – Piazza Affari resta al palo mentre le altre borse europee partono in positivo, continuando a beneficiare delle indicazioni giunte ieri da Janet Yellen, che ha confermato l’eventualità di un rialzo dei tassi a dicembre.

La borsa di Milano, invece, sconta ancora le incertezze delle banche, soprattutto in relazione alla possibilità di nuovi rafforzamenti patrimoniali. 

Continua a scivolare l’Euro / Dollaro USA, che cede lo 0,27% a 1,0597 in risposta al progressivo apprezzamento del biglietto verde rispetto a tutte le maggiori valute.

Sempre più su lo spread, che si posiziona a 184 punti base, con un amento di 1 punti rispetto alla chiusura di ieri, mentre il BTP con scadenza 10 anni riporta un rendimento del 2,10%.

Tra gli indici di Eurolandia Francoforte guadagna lo 0,34%, Londra lama lo 0,07% e Parigi sale dello 0,35%. In rosso la Borsa di Milano, con il FTSE MIB che si attesta a 16.480 punti (-0,45%).

Tra i best performers di Milano, si distingue ancora  Campari (+1,25%), che da qualche tempo sta performando piuttosto bene.

Bene anche Buzzi Unicem  e Brembo, con incrementi attorno all’1%.

Fra le banche, che sono le peggiori, la più sacrificata è Mediobanca, con un calo dell’1,32%, seguita da Banco Popolare -1,96%, Banca Popolare di Milano -2,11%, Intesa Sanpaolo -1,91%. Giù UBI Banca (-2,27%), dopo la chiusura delle indagini interne e il taglio del rating operato da Moody’s. Tiene meglio Banca MPS che sosta sulla parità.

Borse in modesto recupero. Piazza Affari penalizzata dalle banche
Borse in modesto recupero. Piazza Affari penalizzata dalle banche