Borse europee positive. Valanga di trimestrali

(Teleborsa) – Finale in buon rialzo per le principali borse europee, con l’attenzione della stagione delle trimestrali che continua ad essere al centro dell’attenzione degli investitori. Il focus del mercato resta concentrato inoltre sulla due giorni di politica monetaria della Federal Reserve, che inizia oggi per terminare domani con l’annuncio sui tassi di interesse USA.

L’Euro / Dollaro USA è sostanzialmente stabile e si ferma su 1,165, dopo essere volato fino al massimo di 1,17 dollari: l’indice Ifo tedesco è salito inaspettatamente, nel mese di luglio, attestandosi al nuovo livello record di 116 punti e fornendo un nuovo segnale di solidità della ripresa europea. Segnale confermato anche dal report dell’FMI che ha parlato di ripresa dell’Eurozona in rafforzamento, pur avvertendo sulla permanenza di “significativi rischi al ribasso”.

Lieve calo dell’oro, che scende a 1.250,9 dollari l’oncia. Deciso rialzo del petrolio (Light Sweet Crude Oil) (+2,96%), che raggiunge 47,71 dollari per barile.

Sulla parità lo spread, che rimane a quota 155 punti base, con il rendimento del BTP decennale che si posiziona al 2,12%.

Tra gli indici di Eurolandia performance modesta per Francoforte, che mostra un moderato rialzo dello 0,45%. Londra avanza dello 0,77%. Resistente Parigi, con un aumento dello 0,65%. Il listino milanese mostra un timido guadagno in chiusura, con il FTSE MIB che ha messo a segno un +0,61%. 

A Piazza Affari risulta che il controvalore degli scambi nella seduta odierna è stato pari a 2,23 miliardi di euro, con un incremento di ben 281,2 milioni di euro, pari al 14,41% rispetto ai precedenti 1,95 miliardi; mentre i volumi scambiati sono passati da 0,63 miliardi di azioni della seduta precedente agli odierni 0,63 miliardi di azioni.

A fronte dei 220 titoli scambiati, sono giunte richieste di acquisto per 122 azioni. In lettera invece 84 titoli. Pressoché stabili le rimanenti 14 stocks.

Assicurativo (+2,14%), Telecomunicazioni (+1,77%) e Materie prime (+1,46%) in buona luce sul listino milanese. In fondo alla classifica, i maggiori ribassi si sono manifestati nei comparti Utility (-0,87%) e Sanitario (-0,61%).

In cima alla classifica dei titoli più importanti di Milano, troviamo Poste Italiane (+3,40%), Leonardo (+3,40%), Generali Assicurazioni (+2,40%) e UBI Banca (+2,20%).

Le più forti vendite, invece, si sono abbattute su Buzzi Unicem, che ha terminato le contrattazioni a -1,45%. Vendite su Saipem, che registra un ribasso dell’1,35%.

Borse europee positive. Valanga di trimestrali
Borse europee positive. Valanga di trimestrali