Borse europee poco sotto la parità

(Teleborsa) – Seduta timidamente negativa per le borse europee, dopo il finale piatto di Tokyo e quello frazionalmente positivo di ieri di Wall Street.

L’Euro / Dollaro USA mantiene la posizione sostanzialmente stabile su 1,099. L’Oro è sostanzialmente stabile su 1.261,7 dollari l’oncia mentre il petrolio (Light Sweet Crude Oil) guadagna l’1,17%.

Aumenta di poco lo spread, che si porta a 136 punti base, con un lieve rialzo di 2 punti base.

Tra gli indici di Eurolandia discesa modesta per Francoforte, che cede un piccolo -0,4%, pensosa Londra, con un calo frazionale dello 0,26%, nulla di fatto per Parigi, che passa di mano sulla parità.

Si muove in frazionale ribasso Piazza Affari, con il FTSE MIB che sta lasciando sul parterre lo 0,41%, arrestando la serie di tre rialzi consecutivi, avviata venerdì scorso.

In cima alla classifica dei titoli più importanti di Milano, troviamo Banca MPS (+7,06%) dopo che il CdA ha dato priorità al piano, lasciando uno spiraglio al piano Passera. Richieste Saipem (+1,64%), STMicroelectronics (+1,07%) e Poste Italiane (+0,75%). I più forti ribassi, invece, si verificano su Cnh Industrial -1,22%. Sotto pressione Unipol, con un forte ribasso dell’1,14%. Soffre Telecom Italia, che evidenzia una perdita dell’1,12%. Calo deciso per Generali Assicurazioni, che segna un -1,1%.

Tra le variabili macroeconomiche di maggior peso, si attende dal Regno Unito la diffusione del dato di Tasso disoccupazione, prevista stamattina alle 10:30, per il quale gli analisti stimano 4,9%.

Borse europee poco sotto la parità
Borse europee poco sotto la parità