Borse europee negative. Piazza Affari stabile

(Teleborsa) – Frazionalmente negative le principali borse europee, mentre la borsa di Milano riesce a schivare le vendite ed a scambiare sulla linea di parità nonostante gli avvertimenti di Bruxelles sulla manovra.

Dal fronte macro buone nuove dal Regno Unito, con la disoccupazione scesa al 4,8%, sui minimi dal 2005. Nel pomeriggio, invece, verrà diffusa la Produzione industriale degli Stati Uniti, che secondo gli analisti, sarà di 0,2%.

Nessuna variazione significativa per l’Euro / Dollaro USA, che scambia sui valori della vigilia a 1,07. Sessione debole per l’oro, che scambia con un calo dello 0,31%. Perde terreno il petrolio (Light Sweet Crude Oil): -1,33% a 45,2 dollari per barile, dopo l’exploit della vigilia.

In salita lo spread, che arriva a quota 169 punti base, con un incremento di 5 punti base, con il rendimento del BTP decennale pari al 2,02%.

Tra le principali Borse europee fiacca Francoforte, che mostra un piccolo decremento dello 0,41%, discesa modesta per Londra, che cede un piccolo -0,42%, debole Parigi, con un calo frazionale dello 0,44%.

A Milano, il FTSE MIB è sostanzialmente stabile e si posiziona su 16.665 punti.

Tra le migliori azioni italiane a grande capitalizzazione, in evidenza Fiat Chrysler Automobiles, che mostra un incremento del 2,54%. Ben impostata Tenaris, che sale dell’1,23%. Tonica YOOX NET-A-PORTER che evidenzia un bel vantaggio dell’1,19%. In luce A2A, con un ampio progresso dell’1,08%.

Le più forti vendite, invece, si manifestano su Banco Popolare, che prosegue le contrattazioni con un -2,84%. In caduta libera Banca Popolare di Milano, che affonda del 2,84%. Pesante Salvatore Ferragamo, che segna una discesa di ben -2,79 punti percentuali, ancora sulla scia dei conti. Preda dei venditori UBI Banca, con un decremento dell’1,72%.

Calma MPS -0,20% sempre alle prese con la conversione dei bond.

Al Top tra le azioni italiane a media capitalizzazione, Biesse (+4,31%), ASTM (+2,29%), Danieli (+1,79%) e Fila (+1,79%). Le più forti vendite, invece, si manifestano su Safilo, che prosegue le contrattazioni con un -2,01%. Si concentrano le vendite su Ascopiave, che soffre un calo dell’1,69%. Vendite su IREN, che registra un ribasso dell’1,64%. Seduta negativa per Inwit, che mostra una perdita dell’1,25%.

Borse europee negative. Piazza Affari stabile
Borse europee negative. Piazza Affari stabile