Borse europee incerte in attesa dei dati USA sull’occupazione

(Teleborsa) – Le borse europee proseguono in rosso, frenando anche Piazza Affari, che in mattinata si era ravvivata grazie alla buona performance dei bancari.

Gli operatori di mercato sono impensieriti dal paventato rialzo del tassi della Fed a dicembre e dalle voci di un possibile ritiro graduale del Piano QE della BCE, sul modello del “tapering” attuato dalla banca centrale americana.

Nel frattempo, si attende la pubblicazione del report di ADP sull’occupazione USA, che in baser alle attese  dovrebbe evidenziare la creazione di 166 mila posti di lavoro. Da questo e dal Job Report di venerdì dipenderanno le decisioni dlela fed sui tassi.

Resta ingessato l’Euro / Dollaro USA, che scambia sui valori della vigilia a 1,122. Piccolo passo in avanti dello spread, che raggiunge quota 136 punti base, mostrando un aumento di 2 punti, con il rendimento del BTP a 10 anni all’1,33%.

Nello scenario borsistico europeo pensosa Francoforte, con un calo frazionale dello 0,67%, tentenna Londra, con un ribasso dello 0,53%, sottotono Parigi, che cede un -0,63%. Si sgonfia anche il listino milanese, con il FTSE MIB che si attesta sui valori della vigilia a 16.309 punti.

In cima alla classifica dei titoli più importanti di Milano restano i bancari, come UBI Banca, che guadagna il 2,27%, che resta in prima linea per l’acquisto di una delle “good bank”.

Brillante anche il comparto assicurativo con Generali Assicurazioni (+2,23%), Unipol (+1,99%) ed UnipolSai (+1,81%).

La peggiore al momento è Banca MPS, che prosegue le contrattazioni in calo del 3,15%, sulle incertezze per il futuro risanamento del gruppo senese.

Giù Telecom Italia, che mostra una caduta del 2,73%.

Lettera su Atlantia, che registra un importante calo del 2,31%.

Sotto pressione Terna, con un forte ribasso dell’1,87%.

Borse europee incerte in attesa dei dati USA sull’occupazione
Borse europee incerte in attesa dei dati USA sull’occupazione