Borse europee in rosso. Venduti i bancari

(Teleborsa) – Seduta nera per Piazza Affari, che scambia in netto calo, in accordo con gli altri Listini continentali, complice il crescere delle tensioni geopolitiche nella penisola coreana. A tutto ciò si aggiunge il nervosismo per l’incidente di Parigi, al vaglio degli inquirenti, per capire se si è trattato di un attacco terroristico. 

L’Euro / Dollaro USA mantiene la posizione sostanzialmente stabile su 1,174. L’Oro è sostanzialmente stabile su 1.267,4 dollari l’oncia. Lieve aumento per il petrolio (Light Sweet Crude Oil), che mostra un rialzo dello 0,51%, sulla possibilità di un nuovo taglio alla produzione da parte dei paesi produttori.

Lo Spread peggiora, toccando i 157 punti base, con un aumento di 5 punti base rispetto al valore precedente, con il rendimento del BTP decennale pari al 2,01%, sull’effetto Corea del Nord. 

Le contrattazioni dei principali indici azionari comunque sono caratterizzate da volumi ridotti complice anche il periodo estivo. Nello scenario borsistico europeo sotto pressione Francoforte, che accusa un calo dell’1,18%. Scivola Londra, con un netto svantaggio dello 0,77%. Affonda Parigi, con un ribasso dell’1,55%. Sessione negativa per Piazza Affari, con il FTSE MIB che sta lasciando sul parterre l’1,16%. 

Si distingue a Piazza Affari il settore Immobiliare ed esibisce un +0,46% sul precedente. Nel listino, le peggiori performance sono quelle dei settori Chimico (-2,17%), Tecnologico (-1,77%) e Banche (-1,77%).

Affondano o perdono terreno tutte le Blue Chip di Milano. Le peggiori performance si registrano sulle banche che avevano fatto meglio di recente: BPER, ottiene -2,46%. Vendite a piene mani su UBI Banca, che soffre un decremento del 2,16%. Giù Banco BPM, che registra un ribasso del 2,14%. 

In cima alla classifica dei titoli a media capitalizzazione di Milano, Maire Tecnimont (+1,40%), Vittoria Assicurazioni (+1,02%), Sias (+0,78%) e Beni Stabili (+0,64%). Le più forti vendite, invece, si manifestano su Cementir, che prosegue le contrattazioni a -3,76%. Sessione nera per CIR, che lascia sul tappeto una perdita del 2,40%. In caduta libera Credem, che affonda del 2,30%. Pesante Safilo, che segna una discesa di ben -2,19 punti percentuali.

Borse europee in rosso. Venduti i bancari
Borse europee in rosso. Venduti i bancari