Borse europee in punta di piedi

(Teleborsa) – Avvio cauto per le principali borse europee, in attesa di nuove indicazioni di politica monetaria dal governatore della BCE Mario Draghi. 

L’Euro / Dollaro USA mostra un guadagno frazionale dello 0,21% mentre il Light Sweet Crude Oil si muove poco sotto la parità con una variazione negativa dello 0,36%.

Consolida i livelli della vigilia lo spread, attestandosi a 132 punti base.

Tra i mercati del Vecchio Continente discesa modesta per Francoforte, che cede un piccolo -0,33%, debole Londra, con un calo frazionale dello 0,44%, tentenna Parigi, con un modesto ribasso dello 0,40%.

Sosta sulla parità la Borsa di Milano, con il FTSE MIB che si attesta a 16.611 punti; sulla stessa linea il FTSE Italia All-Share, che inizia la seduta a 18.246 punti, sui livelli della vigilia. Invariato il FTSE Italia Mid Cap come il FTSE Italia Star.

Tra i best performers di Milano, si distingue il Banco Popolare (+3,45%) dopo l’ok delle assemblee al matrimonio con BPM (-0,85%). Richiesta Banca MPS (+1,23%) dopo la proposta di rafforzamento patrimoniale presentata da Corrado Passera. Nel settore brilla anche Banca Popolare dell’Emilia Romagna (+1,11%). In denaro Telecom Italia +1,96%.

I più forti ribassi, invece, si verificano su Salvatore Ferragamo, -1,48%. Calo deciso per Unipol, che segna un -1,36%. Discesa modesta per YOOX NET-A-PORTER, che cede un piccolo -0,86%. 

Tra le variabili macroeconomiche di maggior peso, si attende dall’Unione Europea la diffusione del dato dei Prezzi consumo, prevista stamattina alle 11:00 (valore previsto: 0,4%).

Alle 15:15 di questo pomeriggio verrà distribuito il dato Produzione industriale degli Stati Uniti che, secondo gli analisti, sarà di 0,1%.

Borse europee in punta di piedi
Borse europee in punta di piedi