Borse europee in ostaggio dell’incertezza

(Teleborsa) – Torna la paura in Europa e sulle borse del Vecchio Continente. Il nuovo attentato a Parigi rende dubbiosi gli investitori che rimangono in ostaggio dell’incertezza. Piazza Affari si allinea alla debolezza delle borse europee e si mostra poco sotto la linea di parità, mentre cali più consistenti si abbattono proprio sulla Borsa di Parigi, dopo che ieri aveva chiuso con un certo ottimismo.

L’Euro / Dollaro USA è sostanzialmente stabile e si ferma su 1,073. Nessuna variazione significativa per l’oro che scambia sui valori della vigilia a 1.279,7 dollari l’oncia. Seduta sulla parità per il petrolio (Light Sweet Crude Oil), che si attesta a 50,76 dollari per barile.

Tra i listini europei andamento cauto per Francoforte, che mostra una performance pari a +0,06%.Poco mossa Londra che mostra un +0,04%. In calo Parigi  che arretra dello 0,39%.

Sessione debole per il listino milanese, che scambia con un calo dello 0,13% sul FTSE MIB. Sulla stessa linea, si muove al ribasso il FTSE Italia All-Share che perde lo 0,08%.

Tra le migliori Blue Chip di Piazza Affari, denaro su Tenaris, che registra un rialzo dell’1,27%.

Svetta sul principale listino Saipem, che mostra un progresso del 2,88%. Stamane il gruppo ha alzato il velo sui conti del primo trimestre che si sono mostrati in calo, ma l’azienda ha confermato la guidance per il 2017.

Le peggiori performance, invece, si registrano su Unicredit che scivola dell’1,08%. Ieri l’assemblea degli azionisti ha dato il libera al bilancio 2016.

Prese di profitto su Yoox (-0,59%), che ieri si era mostrata in buon rialzo. 

Debole Brembo che registra una flessione dello 0,64%.

Borse europee in ostaggio dell’incertezza
Borse europee in ostaggio dell’incertezza