Borse europee in frazionale ribasso

(Teleborsa) – Milano è debole in avvio, in scia alle altre Borse di Eurolandia. Scemata l’euforia per l’accordo OPEC sul taglio della produzione di petrolio. I mercati indietreggiano un po’ dopo i massimi storici rinnovati ieri dagli indici statunitensi e dopo il massimo del 2016 della borsa di Tokyo. 

Leggera crescita dell’Euro / Dollaro USA, che sale a quota 1,062. Lieve aumento per l’oro, che mostra un rialzo dello 0,32%. Seduta in rialzo per il petrolio (Light Sweet Crude Oil), che avanza a 49,7 dollari per barile.

Lo Spread fa un piccolo passo indietro, con un misero calo dell’1,22% a quota 168 punti base.

Tra i mercati del Vecchio Continente Francoforte cede lo 0,66%, Londra passa di mano sulla parità, Parigi registra una plusvalenza dello 0,59%.

A Milano si muove sotto la parità il FTSE MIB, che scende a 16.825 punti, con uno scarto percentuale dello 0,62%.

In cima alla classifica dei titoli più importanti di Milano troviamo ancora i petroliferi, che già ieri avevano festeggiato la decisione OPEC: Tenaris (+2,39%), ENI (+1,98%) e Saipem (+1,96%).
Offerte le banche. Finecobank arretra del 3,24% e Banca Mps del 2,48%. La banca senese sarebbe alle battute finali con il fondo sovrano del Qatar. In caduta libera Banca Popolare di Milano, che affonda del 2,19%.

Al Top tra le azioni italiane a media capitalizzazione, Credito Valtellinese (+1,89%), IGD (+0,95%), Fila (+0,77%) e Cementir (+0,66%). Le peggiori performance, invece, si registrano sul Gruppo Edit l’Espresso -3,45%. Pesante Salini Impregilo, che segna una discesa di ben -2,07 punti percentuali. Calo deciso per la Doria, che segna un -1,91%. Sotto pressione IREN, con un forte ribasso dell’1,28%.

Tra i dati macroeconomici rilevanti, si attende dall’Unione Europea la diffusione del dato di PMI manifatturiero, prevista stamattina alle 10:00 (53,7 punti nelle stime degli esperti).

Alle 11:00 di stamattina verrà distribuito il Tasso di Disoccupazione dell’Unione Europea (valore previsto: 10%).

In Italia sarà annunciato il PIL alle 11:00 di stamattina (0,9% nelle stime degli esperti).

Borse europee in frazionale ribasso
Borse europee in frazionale ribasso