Borse europee in cerca di orientamento. Piazza Affari frenata dalle banche

(Teleborsa) – Seduta prudente per le principali borse europee e per Piazza Affari, in attesa dell’avvio di Wall Street, che si prevede prudente, in vista di alcuni dati macro USA nel pomeriggio. Intanto, quello sulla produzione francese è risultato migliore delle atese, mentre il dato sull’inflazione cinese ha deluso. 

Sostanzialmente stabile l’Euro / Dollaro USA, che continua la sessione sui livelli della vigilia e si ferma a 1,058. Sui livelli della vigilia lo spread, che si mantiene a 161 punti base, con il rendimento del BTP decennale che si posiziona all’1,88%.

Tra i mercati del Vecchio Continente andamento cauto per Francoforte, che mostra una performance pari a +0,19%, più tonica Londra, che registra una plusvalenza dello 0,45%, poco mossa Parigi, che mostra un +0,03%. Nessuna variazione significativa per il listino milanese, con il FTSE MIB che si attesta sui valori della vigilia a 19.392 punti.

Tra i best performers di Milano, si distinguono Exor (+2,70%), Prysmian (+2,00%), Buzzi Unicem (+1,74%).

Piuttosto bene il lusso con Moncler (+1,59%), grazie al rialzo del target price di Mediobanca a 22,5 euro con conferma di giudizio outperform. 

La peggiore si conferma Saipem (-2,36%), che accusa la delusione dell’esclusione dalla convinction buy list di Goldman Sachs. 

Vendite a piene mani sulle banche, con Banco BPM che soffre un decremento del 2,30%, Unicredit del 2,24% ed UBI Banca dell’1,34%.

Borse europee in cerca di orientamento. Piazza Affari frenata dalle banche
Borse europee in cerca di orientamento. Piazza Affari frenata dalle&nb...