Borse europee attorno alla parità

(Teleborsa) – Riflessive le borse europee in avvio di seduta, dopo il finale al rialzo di Tokyo.

Seduta in frazionale ribasso per l’Euro / Dollaro USA, che lascia, per ora, sul parterre lo 0,23%. Lieve aumento dell’oro, che sale a 1.223,7 dollari l’oncia. Su il petrolio (Light Sweet Crude Oil), che mostra un rialzo dello 0,54%.

Lieve peggioramento dello spread, che sale a 186 punti base, con un aumento di 3 punti base.

Tra i listini europei tentenna Francoforte, con un modesto ribasso dello 0,50%, sostanzialmente invariata Londra, che riporta un misero +0,03%, resta vicino alla parità anche Parigi (-0,1%).

Si muove in frazionale ribasso Piazza Affari, con il FTSE MIB che sta lasciando sul parterre lo 0,28%.

Tra le migliori azioni italiane a grande capitalizzazione, su di giri CNH Industrial (+3,24%). Tonica Saipem che evidenzia un bel vantaggio dell’1,52% grazie al buy di Jefferies. In luce Telecom Italia, con un ampio progresso dell’1,41% nel giorno della conference call sui risultati. Le peggiori performance, invece, si registrano su Unicredit, che ottiene -1,30% nel primo giorno di aumento di capitale. Preda dei venditori Ferrari, con un decremento dell’1,07%. Si concentrano le vendite su Fineco, che soffre un calo dell’1,07%. Vendite su Mediaset, che registra un ribasso dell’1,06%.

Tra i migliori titoli del FTSE MidCap, Fincantieri (+1,97%), Aeroporto di Bologna (+1,44%), Maire Tecnimont (+1,38%) e Saras (+1,18%). Le più forti vendite, invece, si manifestano su CIR, che cede il 2,40%. Seduta negativa per Vittoria Assicurazioni, che registra una perdita dell’1,23%. Sotto pressione RCS, che accusa un calo dell’1,15%. Scivola Banca Popolare di Sondrio, con un netto svantaggio dell’1,08%.

Borse europee attorno alla parità
Borse europee attorno alla parità