Borse europee alla ribalta dopo la Fed

(Teleborsa) – Reazione decisamente positiva delle borse europee all’inattività della Federal Reserve. Il comitato di politica monetaria della banca centrale statunitense ha lasciato invariati i tassi di interesse, centrando le aspettative degli analisti, segnalando di essere pronta ad alzarli entro la fine dell’anno. L’istituto guidato da Janet Yellen ha rivisto al ribasso le stime di crescita sul PIL, indicando un rallentamento degli aumenti futuri.

L’Euro / Dollaro USA mostra un timido guadagno dello 0,39%. L’Oro prosegue gli scambi con guadagno frazionale dello 0,41%. Giornata di forti rialzi per il petrolio (Light Sweet Crude Oil) +2,49%.

Sulla parità lo spread, che rimane a quota 128 punti base, con il rendimento del BTP decennale che si posiziona all’1,19%.

Nello scenario borsistico europeo in primo piano Francoforte, che mostra un forte aumento del 2,28%, sostenuta Londra, con un discreto guadagno dell’1,12%, decolla Parigi, con un importante progresso del 2,27%.

Scambi in forte rialzo per la Borsa milanese, con il FTSE MIB, che guadagna l’1,76%; sulla stessa linea il FTSE Italia All-Share, che archivia la giornata a 18.297 punti. Sale il FTSE Italia Mid Cap (+1,34%), come il FTSE Italia Star (1,5%).

In buona evidenza a Milano i comparti Alimentare (+3,74%), Vendite al dettaglio (+2,90%) e Beni personali e casalinghi (+2,81%).

Tra le migliori azioni italiane a grande capitalizzazione, incandescente Saipem, che vanta un incisivo incremento del 5,13%. La società ha annunciato nuovi contratti in Medio Oriente e Sud America per 430 milioni di dollari 

In primo piano Campari +4,91% che ha sottoscritto nuovi prestiti e rimborsato anticipatamente tutte le tranche del private placement negli USA.

Decolla Salvatore Ferragamo, con un importante progresso del 4,06% assieme a Luxottica, che vanta un incisivo incremento del 4,04%.

Tonica Telecom (+2,54%) grazie a Macquarie che ha alzato a “outperform” da “neutral” la raccomandazione sul titolo.

I riflettori restano puntati sulle banche, nel complesso positive, in particolare su MPS  (+0,10%), mentre l’AD Marco Morelli, è già al lavoro sul nuovo piano industriale. Le più forti vendite, invece, si manifestano su Unipol, che archivia le contrattazioni con un -1,32%. Nel settore, focus su Banca Generali (+0,55%) che guarda con interesse a FinecoBank.

Il mercato guarda anche a Mediaset-Vivendi, che secondo rumors starebbero riscrivendo i patti per l’affaire Mediaset Premium.  

Sul listino completo bene OVS +1,49%, che dopo i conti semestrali ha confermato l’interesse per Conbipel.

Borse europee alla ribalta dopo la Fed
Borse europee alla ribalta dopo la Fed