BCE in pressing sulle riforme strutturali

(Teleborsa) – “Le misure di politica monetaria messe in campo dalla BCE hanno continuato a garantire le condizioni di finanziamento molto sostenute necessarie per compiere progressi continui verso una convergenza sostenuta dei tassi di inflazione a livelli inferiori ma prossimi al 2% nel medio periodo”. Lo rivela la BCE nel consueto Bollettino Economico.

“Le informazioni acquisite confermano un continuo rafforzamento dell’espansione economica nell’area dell’euro, che si è ampliata in settori e regioni. I rischi per le prospettive di crescita sono largamente equilibrati. Mentre l’espansione economica continua a garantire che l’inflazione salga gradualmente a livelli in linea con l’obiettivo di inflazione del Consiglio direttivo. 

I consumi privati sono sostenuti dagli incrementi dell’occupazione, che a loro volta beneficiano delle passate riforme del mercato del lavoro e dall’aumento della ricchezza delle famiglie. Inoltre, la ripresa mondiale dovrebbe sostenere sempre di più il commercio internazionale e le esportazioni dell’area dell’euro”, sottolinea la Banca Centrale Europea.

“Le prospettive di crescita economica continuano a essere frenate dalla lenta attuazione delle riforme strutturali, in particolare nei mercati dei beni e servizi, e dalla necessità di effettuare ulteriori aggiustamenti di bilancio in numerosi settori, nonostante i miglioramenti in atto”, scrive l’ Eurotower

A livello globale, gli indicatori disponibili indicano una crescita globale sostenuta nel secondo trimestre del 2017. Il recupero degli investimenti continua a beneficiare di condizioni di finanziamento molto favorevoli e miglioramenti della redditività aziendali

La visione di politica monetaria non cambia. “Il Consiglio direttivo ha confermato la necessità di un grado molto elevato di accomodamento monetario per consentire l’accumularsi graduale di spinte inflazionistiche nell’area dell’euro e sostenere la dinamica dell’inflazione complessiva nel medio periodo”.

BCE in pressing sulle riforme strutturali
BCE in pressing sulle riforme strutturali