Bayer-Monsanto, gli agricoltori italiani valutano l’impatto della fusione

(Teleborsa) – “Prendiamo atto della fusione, tra due colossi del settore, che sposterà sicuramente gli equilibri di mercato”. Così il presidente nazionale della Cia-Agricoltori Italiani, Dino Scanavino, sull’acquisizione della statunitense Monsanto da parte della tedesca Bayer.

“Stiamo procedendo con un’attenta e più compiuta analisi del reale impatto che tale operazione avrà sull’agricoltura italiana – continua il presidente della Cia -. Certamente monitoriamo con occhio vigile su quello che più ci interessa: ovvero che non sussistano, in questo accordo, elementi per la creazione di un vero e proprio monopolio di mercato delle sementi, della chimica e dei mezzi tecnici dei quali i produttori necessitano. Chiediamo, nello stesso tempo, strumenti di concentrazione del mondo agricolo e delle politiche europee che rispondano a questi fenomeni agroindustriali”.

“Guai a eventuali posizioni dominanti che noi considereremo gravi e lesive della concorrenza – avverte Scanavino -. Noi della Cia, da sempre, siamo favorevoli alla ricerca e al progresso che porta vantaggi agli imprenditori agricoli italiani. Tutelando contemporaneamente l’enorme patrimonio di biodiversità delle nostre produzioni. Facendo questo, siamo garanti anche verso i consumatori sulla qualità degli alimenti che arrivano sulle loro tavole”.

Bayer-Monsanto, gli agricoltori italiani valutano l’impatto della fusione
Bayer-Monsanto, gli agricoltori italiani valutano l’impatto dell...