Bayer, crollo in borsa dopo utili disastrosi

(Teleborsa) – Ribasso scomposto per Bayer, che esibisce una perdita secca del 2,55% sui valori precedenti.

Gli utili netti nel secondo trimestre hanno registrato un calo dell’11% rispetto allo stesso periodo di un anno fa, fermandosi a 1,2 miliardi di euro contro gli 1,4 del 2016 (sotto il consensus di 1,3). Le vendite invece sono cresciute del 3% (12,2 miliardi.

Questo crollo (dovuto alla performance negativa della divisione agrochimica) ha spinto il gigante farmaceutico a rivedere la sua guidance per i ricavi del 2017 da 51 a 49 miliardi.
La situazione di medio periodo del titolo resta tendenzialmente ribassista. Tuttavia, esaminando il grafico a breve, sarebbe lecito iniziare a dubitare della possibilità della fase ribassista di estendere. E’ atteso dunque un miglioramento verso l’alto della curva che incontra il primo ostacolo a 110,5 Euro. Supporto visto a quota 107,1. Ulteriori spunti rialzisti favoriscono un nuovo target stimato verosimilmente in area 114.

 

Le indicazioni non costituiscono invito al trading.

(A cura dell’Ufficio Studi Teleborsa)

 

Bayer, crollo in borsa dopo utili disastrosi
Bayer, crollo in borsa dopo utili disastrosi