Banco Popolare e Popolare di Milano in rosso a Piazza Affari

(Teleborsa) – Occhi puntati a Piazza affari su Banco Popolare e su Banca Popolare di Milano che arretrano di oltre il 3%

Dopo il via libera di Bankitalia alla fusione dei due istituti che porterà alla creazione di Banco BPM, anche la Banca Centrale Europea (BCE) ha rilasciato la sua autorizzazione all’esercizio dell’attività bancaria alla nuova capogruppo.

E’ la prima fusione che dopo la riforma Renzi viene sottoposta al placet della Banca Centrale Europea.

Stamane, i fari sono puntati sulle riunioni dei Consigli di amministrazione delle due banche che dovranno convocare le Assemblee straordinarie per dare il parere definitivo sull’operazione. La convocazione è prevista per metà ottobre, mentre la data per la fusione è il primo gennaio del prossimo anno.

Se non ci saranno sorprese e le assemblee daranno l’OK all’operazione di fusione, Banco BPM sarà il terzo gruppo bancario in Italia con 2.500 sportelli, 4 milioni di clienti e l’obiettivo di realizzare 1,1 miliardi di utili al 2019.

 

Banco Popolare e Popolare di Milano in rosso a Piazza Affari