Banco BPM corre in Borsa. L’Ad esclude la necessità di aumenti di capitale

(Teleborsa) – Brilla Banco BPM sul Listino di Milano, passando di mano con un guadagno del 2,55% rispetto ai prezzi di chiusura dello scorso venerdì. La banca ha presentato venerdì sera i risultati del 2016.

Il numero uno della banca, Giuseppe Castagna, in occasione della conference call per la presentazione dei conti, ha rassicurato il mercato sul fatto che non c’è bisogno di ricorrere ad un aumento di capitale e che c’è liquidità sufficiente senza dover sacrificare la redditività o i dividendi.

In merito al tema dei crediti deteriorati (NPL), Castagna ha confermato che sono stati ceduti sinora 1,7 miliardi di NPL, pari al 21% dell’ammontare che la banca nata dall’integrazione di Banco Popolare e BPM intende cedere entro il 2019. 

Tornando alla performance odierna in Borsa, l’analisi di medio periodo conferma la tendenza positiva di Banco BPM, mentre se si analizza il grafico a breve, viene evidenziato un indebolimento delle quotazioni al test della resistenza 2,434 Euro. Primo supporto visto a 2,368. Tecnicamente, si attende nel breve periodo, un’evoluzione in senso negativo della curva verso il bottom visto a 2,326.

Le indicazioni non costituiscono invito al trading.
(A cura dell’Ufficio Studi Teleborsa)

Banco BPM corre in Borsa. L’Ad esclude la necessità di aumenti di capitale
Banco BPM corre in Borsa. L’Ad esclude la necessità di aumenti ...