Banco-BPM, Castagna ribadisce che le coperture delle sofferenze sono “adeguate”

(Teleborsa) – Il numero uno di Banca Popolare di Milano, Giuseppe Castagna, torna a parlare con ottimismo dell’iter di aggregazione con Banco Popolare, affermando che “procede molto bene” e “nei tempi su tutto”, nonostante “questi turbamenti di mercato”. Il riferimento è alle perplessità palesate dagli operatori di mercato sull’adeguatezza del capitale, che tornano ciclicamente a penalizzare i due titoli in Borsa.

Il CEO di BPM si è recato proprio ieri a Francoforte, per incontrare il capo della vigilanza bancaria della BCE Daniele Nouy. “Sull’incontro di ieri quello che vi posso dire è che sono assolutamente tranquillo”, ha detto nel corso di un convegno sugli NPL. 

Entrando nello specifico sul tema sofferenze, il banchiere ha affermato che “le coperture previste per le sofferenze del gruppo Banco-BPM sono quelle previste dal piano approvato dalla BCE e sono assolutamente adeguate”.

Quanto alle indiscrezioni di ieri relative ad un livello di copertura più alto previsto da Unicredit, Castagna ha detto di aver “sempre contestato l’idea del benchmark” e che “c’è sofferenza e sofferenza” e quindi non si possono fissare misure precise delle coperture.

Banco-BPM, Castagna ribadisce che le coperture delle sofferenze sono “adeguate”
Banco-BPM, Castagna ribadisce che le coperture delle sofferenze sono &...