Banche venete, il governo chiede la fiducia al Senato

(Teleborsa) – Arriva la richiesta di fiducia da parte del governo al decreto delle banche venete, ovvero la liquidazione ordinata di Banca Popolare di Vicenza e di Veneto Banca, che scade il 24 agosto. Ad annunciarlo nell’Aula di Palazzo Madama è il Ministro per i Rapporti con il Parlamento Anna Finocchiaro.

Il decreto legge, in seconda lettura a Palazzo Madama, era stato già oggetto di fiducia alla Camera.

La liquidazione comporta l’azzeramento di azioni e obbligazioni subordinate dei due istituti secondo la procedura di burden sharing. Le due banche finiranno in dote a Intesa Sanpaolo. 

Ieri, la commissione Finanze del Senato ha dato il via libera e votato il mandato al relatore al decreto legge senza approvare modifiche rispetto al testo già esaminato dalla Camera. 

L’approvazione senza modifiche, d’altra parte, era stata posta come condizione da Intesa Sanpaolo per rilevare, al prezzo di 1 euro, le attività in bonis delle venete, assieme a una dote di quasi 5 miliardi di euro.

Banche venete, il governo chiede la fiducia al Senato
Banche venete, il governo chiede la fiducia al Senato