Banche venete, Bruxelles alza il conto per il salvataggio

(Teleborsa) – E’ irta e piena di insidie la  strada che porterà al salvataggio delle due banche venete, Veneto Banca e Banca Popolare di Vicenza.

Bruxelles avrebbe alzato il conto per non far naufragare i due istituti bancari. La Commissione UE avrebbe chiesto oltre un miliardo in più per concedere il via libera agli aiuti di Stato, ma non con soldi pubblici perché per salvare le due banche servirebbero anche capitali privati. Un indiscrezione che è rimbalzata come un tam tam e che, se fosse confermata, farebbe lievitare la già ampia esigenza di capitale richiesta dall’Eurotower (pari a 6,4 mld) alle due banche per mettersi in sicurezza. 

Non si sbilanciano le autorità europee, in un’intervista a La Stampa, il commissario alla Concorrenza della UE Margrethe Vestager ha detto che sul dossier delle banche venete “non siamo così avanti, ma l’approccio di tutti i partecipanti è costruttivo”.

Banche venete, Bruxelles alza il conto per il salvataggio
Banche venete, Bruxelles alza il conto per il salvataggio