Banche, governo pronto a intervenire con 20 mld

(Teleborsa) – Il governo corre in aiuto delle banche chiedendo al Parlamento l’autorizzazione per nuove misure fino a un massimo di 20 miliardi di euro. La decisione è stata annunciata ieri dal premier Paolo Gentiloni e dal ministro dell’economia Pier Carlo Padoan a conclusione del Consiglio dei Ministri.

“Il governo – spiega la Presidenza del Consiglio – chiede al Parlamento l’autorizzazione ad adottare provvedimenti con effetti finanziari fino a un massimo di 20 miliardi di euro che conseguentemente possano comportare un incremento, rispetto agli obiettivi fissati nella legge di bilancio, del fabbisogno finanziario e del saldo netto da finanziare del bilancio dello Stato, da reperire attraverso emissione di titoli del debito pubblico. L’impatto effettivo sui saldi dipenderà dalla tipologia di interventi che saranno eventualmente adottati e dall’entità delle risorse che potrebbe essere necessario rendere disponibili”.

“I 20 miliardi dell’intervento serviranno a due fini: garantire un adeguato livello di liquidità per ripristinare la capacità di finanziamento a medio e lungo termine e rafforzare il patrimonio di alcune banche mediante interventi per la ricapitalizzazione”, ha spiegato Padoan, specificando che si tratta di una “misura precauzionale, sostenuta da interventi che rispettino la normativo UE”. 

La notizia giunge appena in tempo per MPS, alle prese con un salvataggio privato che potrebbe non dare i frutti sperati. 

Banche, governo pronto a intervenire con 20 mld
Banche, governo pronto a intervenire con 20 mld