Banche: a Palazzo Madama bozza su commissione d’inchiesta

(Teleborsa) – Una commissione d’inchiesta composta da 20 deputati e 20 senatori che abbia disposizione un anno per esaminare temi come gli effetti della crisi sul settore bancario, l’efficacia dei sistemi di vigilanza le modalità di raccolta della provvista, i criteri adottati per la remunerazione dei manager e la correttezza del collocamento verso il pubblico di prodotti finanziari.

E’ quanto previsto nella bozza presentata in commissione Finanze del Senato dal relatore e presidente della Commissione, Mauro Maria Marino (PD). La proposta di testo unificato di Ddl vuole istituire la commissione per avere un “particolare riguardo verso i risparmiatori”.

La Commissione avrà gli stessi poteri della Magistratura. Dopo sei mesi dovrà inviare un rapporto al Parlamento sull’andamento dei lavori. Il testo in agenda in Aula al Senato già da domani 16 febbraio, sembra che arriverà in assemblea martedì 21 febbraio.La commissione, secondo quanto si apprende, ha chiesto all’unanimità di avere un po’ più di tempo per l’esame.

Banche: a Palazzo Madama bozza su commissione d’inchiesta
Banche: a Palazzo Madama bozza su commissione d’inchiesta