Banca Etruria, si va verso archiviazione per Pier Luigi Boschi

(Teleborsa) – Archiviazione in vista per Pier Luigi Boschi, padre del sottosegretario alla presidenza del consiglio, Maria Elena, finito nella bufera Banca Etruria. Secondo fonti vicine alla Procura, il filone aretino in cui è coinvolto Boschi andrebbe verso l’archiviazione. Tira un sospiro di sollievo Maria Elena Boschi, l’esponente di Governo che negli ultimi mesi a più riprese è finita sul banco d’imputazione mediatica.

Per quel che riguarda gli altri filoni, a ottobre comincerà il processo per bancarotta a venti componenti dei CdA, mentre le richieste di costituzione di parte civile sono circa duemila.

Se i magistrati vanno per la loro strada, la CONSOB ha inflitto multe complessive per quasi un milione di euro agli ex vertici della banca. Tra i sanzionati anche il padre della Boschi che all’epoca dei fatti era vicepresidente dell’istituto. A rivelarlo La Repubblica che ha spiegato che il presidente dell’Authority Giuseppe Vegas avrebbe firmato la scorsa settimana l’ordinanza e l’atto è in corso di notificazione a tutti i soggetti interessati.

Gli ex dirigenti sono accusati di aver venduto ai propri clienti prodotti rischiosi senza informarli adeguatamente dei rischi che correvano. Secondo le indiscrezioni, l’importo complessivo delle sanzioni comminate sarebbe pari a circa 2,8 milioni di euro con multe da 910 mila euro per gli ex vertici.

Banca Etruria, si va verso archiviazione per Pier Luigi Boschi
Banca Etruria, si va verso archiviazione per Pier Luigi Boschi