Banca Carige: in vista dell’assemblea gli azionisti affilano le armi

(Teleborsa) – Giornata di guadagni per Banca Carige. Il titolo avanza del 3,26%. Malacalza Investimenti vuole blindare l’aumento di capitale di Carige col diritto di opzione a tutela degli attuali azionisti.

La famiglia Malacalza, primo azionista della banca che attraverso Malacalza Investimenti detiene il 17,6% dell’istituto ha presentrato una proposta di delibera all’assemblea di Banca Carige del 28 settembre “a salvaguardia del diritto d’opzione di tutti gli azionisti”.

La proposta “in linea con la preferenza manifestata dal CdA di procedere all’aumento di capitale con riconoscimento del diritto di opzione, mira a salvaguardare ulteriormente tale prerogativa di tutti gli azionisti, mediante la rimozione dalla delega al CdA dell’ipotesi subordinata concernente la possibilità di limitare o escludere il diritto di opzione, salvo che per la contemplata operazione di liability management”. Intanto, la banca ligure ha ricevuto una comunicazione dalla Compania Financiera Lonestar (società che detiene il 6% dell’istituto) che richiede “una integrazione dell’ordine del giorno della parte ordinaria della assemblea con l’inserimento di un nuovo punto “revoca amministratori” al fine di interrompere il ruolo attualmente svolto in veste di amministratore dal precedente Direttore Generale Guido Bastianini, sfiduciato lo scorso giugno dal CdA e che è stato poi sostituito da Paolo Fiorentino.

Banca Carige: in vista dell’assemblea gli azionisti affilano le armi
Banca Carige: in vista dell’assemblea gli azionisti affilano le&...