Arabia Saudita: saranno le donne a “guidare” l’economia?

(Teleborsa) – L’Arabia Saudita è l’unico paese in tutto il mondo dove alla donne non è permesso guidare. Finora, a nulla sono servite manifestazioni e proteste contro il divieto. Ma le donne non si arrendono e c’è anche chi sfida la norma antivolante al prezzo di 10 frustate. Questa, infatti, la pena che il Tribunale di Jeddah inflisse nel 2011 ad una donna, “colpevole” di aver guidato.

Da oggi, però, al coro dei sostenitori della battaglia anti-divieto, si aggiunge una voce illustre, anzi un cinguettio che potrebbe dare una scossa decisiva ad una svolta epocale. Il Principe Alwaleed bin Talal, miliardario saudita, da tempo sostenitore dei diritti delle donne nel regno, ha infatti chiesto di porre termine “urgentemente” al divieto in vigore nel paese che impedisce alla e donne di guidare e che provoca, oltretutto, danno per l’economia nazionale.

Assieme al Tweet, arriva pure un comunicato ufficiale firmato dall’ufficio di Alwaleed a rincarare la dose: “Impedire a una donna di guidare un’auto è oggi una questione di diritti simili a quello che proibiva loro di ricevere un’educazione o che di avere un identità indipendente”.

QUESTIONE ECONOMICA, NON SOLO DI DIRITTI – “Oltre a riguardare i diritti – dice la nota – è un tema economico, sociale e di sviluppo”. In accordo alle statistiche del 2015 sarebbero, infatti, quasi 1,6 milioni le donne saudite che lavorano. Il non potersi recare sul posto di lavoro in maniera autonoma ha serie ripercussioni sullo sviluppo economico di tutto il paese”.

“Se, infatti, le famiglie più abbienti possono permettersi un autista – sottolinea Alwaleed – alle altre non resta che affidarsi ai parenti maschi, costretti a chiedere permessi ed assentarsi dal posto di lavoro per accompagnare ad esempio, mogli e parenti dal medico, in caso di un problema di salute. Questa situazione – conclude il principe – ha un costo per l’economia nazionale, minando la produttività della forza lavoro”.

Arabia Saudita: saranno le donne a “guidare” l’economia?
Arabia Saudita: saranno le donne a “guidare” l’econo...