Alitalia, l’Ad Hogan si sfoga: “noi investiamo, governo mantenga le promesse”

(Teleborsa) – Si sfoga James Hogan, numero uno di Alitalia e rappresentante del suo maggior azionista Ethiad, accusando il governo di non aver creato le condizioni per una ripresa del settore aereo ed i dipendenti di non aver agevolato il rilancio della compagnia di bandiera. 

Ethiad è entrata in Alitalia due anni fa, con un investimento di 1,7 miliardi di euro, a fronte di una partecipazione del 49%, affiancata da due partner finanziari come Intesa Sanpaolo ed Unicredit. La compagnia di Abu Dhabi ha investito in Italia, scommettendo sul rilancio di Alitalia, ma le cose sono andate diversamente. 

L’Ad e presidente della compagnia, James Hogan, confessa le sue frustrazioni ed il suo malcontento in una intervista a Il Corriere della Sera, accusando governo e parti sociali. Premettendo che in altri casi simili a quelli di Alitalia (Air Seychelles e Air Serbia) le cose sono andate bene, il manager ha ripercorso le tappe che hanno portato la compagnia emiratina ad investire in Italia ed i dubbi relativi al “comportamento storico” dei sindacati.

Così, Hogan ammette “mi delude, come investitore, che alcune precondizioni non siano state rispettate”. Fra queste, il ruolo chiave di Linate ed il fondo promesso dal governo (20 milioni l’anno) per rafforzare il turismo in Italia, mai arrivato.   

E non è solo il comportamento delle autorità a rendere pessimista il manager, ma anche il comportamento intransigente dei sindacati, dopo l’accorso raggiunto sugli esuberi: “sono passati appena 18 mesi e in una vertenza per qualcosa che vale come un caffè lanciano uno sciopero”. 

Nonostante l’investimento di Ethiad, Alitalia continua ad accumulare perdite, che richiedono una ristrutturazione, che potrebbe aver un costo anche in termini di personale. 

Alitalia, l’Ad Hogan si sfoga: “noi investiamo, governo mantenga le promesse”
Alitalia, l’Ad Hogan si sfoga: “noi investiamo, governo ma...