ADR, l’impronta “green” dell’area di Imbarco E

(Teleborsa) – La nuova area di Imbarco E dell’Aeroporto di Roma inaugurata oggi è stata realizzata grazie al know how del Gruppo Atlantia mediante l’uso delle più avanzate tecnologie edilizie e dei migliori standard di tutela ambientale.

Il concept architettonico dell’area è stato realizzato con forme classiche unite alla trasparenza e al massimo impiego di luce naturale. Una gigantesca “bolla” di vetro, che chiude un’ampia vetrata che corre lungo tutto il soffitto, e consente una visione perfetta dell’esterno e del cielo.

Gli impianti e le materie prime sono stati utilizzati in ottica green, con sistemi per il trattamento climatico, tramite pannelli radianti a pavimento, che consentiranno un forte contenimento dei consumi energetici.

La nuova area di imbarco per i paesi extra Schengen, inaugurata oggi a Fiumicino, “è un’opera di interesse pubblico nazionale”. Lo ha detto il Presidente dell’Enac, Vito Riggio, intervenendo all’inaugurazione. “Le opere che inauguriamo oggi sono considerate di interesse pubblico nazionale e il completamento entro i tempi previsti rappresenta un grande risultato raggiunto” anche grazie alla sinergia creata tra l’Enac e la società di gestione. “Mi auguro – ha aggiunto Riggio – che sia di buon auspicio per tutte le altre iniziative che stiamo attuando a livello nazionale, al fine di continuare a garantire lo sviluppo del trasporto aereo, la sicurezza, la qualità e l’equa competitività di tutto il settore, con rispetto e attenzione alle tematiche ambientali”.

ADR, l’impronta “green” dell’area di Imbarco E
ADR, l’impronta “green” dell’area di Imbarco E