Acea, utile primo semestre in calo. Confermata guidance 2017

(Teleborsa) – Acea chiude il primo semestre con ricavi che si attestano a 1.372,5 milioni di Euro, in crescita su base adjusted del 3,7%. “La performance è positivamente influenzata, tra l’altro, dalla variazione dell’area di consolidamento e dall’incremento dei ricavi del servizio idrico integrato per aggiornamenti tariffari. Tali componenti hanno più che compensato la flessione dei ricavi da vendita e trasporto di energia elettrica conseguente alla diminuzione delle quantità vendute sul mercato libero e alle dinamiche tariffarie del quinto ciclo regolatorio della distribuzione elettrica. Lo spiega la nota del Gruppo che accompagna i conti.

L’utile netto di 103,5 milioni, in calo del 30,8% rispetto allo stesso periodo dell’anno scorso. L’utile netto dopo le attribuzioni a terzi, al netto degli eventi straordinari del periodo, si attesta a 117,5 milioni di euro (+9,9%). “La semestrale – afferma l’amministratore delegato Stefano Antonio Donnarumma – è buona nel suo complesso, pur essendo presenti alcune partite esogene che hanno pregiudicato il working capital, insieme al rallentato avviamento dei nuovi sistemi informativi implementati nel 2016. Confidiamo però di registrare un graduale miglioramento nei prossimi mesi, anche in funzione delle azioni messe in campo dal nuovo management”.

Il Margine Operativo Lordo (EBITDA) consolidato, pari a 414,1 milioni di Euro, registra una flessione del 6,7% rispetto al allo stesso periodo del 2016.

L’Indebitamento Finanziario Netto al 30 giugno 2017, pari a 2.401,4 milioni di euro, aumenta di 274,5 milioni rispetto al dato di fine 2016 (+250,5 milioni di Euro escludendo dal 2017 l’impatto di GALA).

Per quanto riguarda le previsioni il Gruppo spiega che “i risultati raggiunti da Acea nel primo semestre 2017 sono in linea con le previsioni. L’azienda prevede che il trend di miglioramento della redditività, su base adjusted, prosegua nella seconda metà dell’anno e, pertanto, si conferma la guidance per il 2017 relativamente alla crescita dell’EBITDA (+4%/+6% rispetto al Margine 2016 adjusted di 785 milioni di Euro). Si confermano, inoltre, investimenti nell’anno corrente in linea con il 2016 (530 milioni di Euro). Per quanto riguarda l’indebitamento finanziario netto, sono attualmente in fase di quantificazione gli impatti derivanti dall’adozione dello split payment ( meccanismo per cui i fornitori della PA emettono fattura ma non incassano l’IVA, che la P.A versa direttamente al Fisco). Conseguentemente, la guidance (2,3-2,4 miliardi di Euro) viene confermata al netto dell’impatto della nuova normativa e degli effetti derivanti da GALA.

Acea, utile primo semestre in calo. Confermata guidance 2017
Acea, utile primo semestre in calo. Confermata guidance 2017