1000 euro per un passaporto falso, passando attraverso la Turchia

(Teleborsa) – Mentre è ormai evidente che il passaporto siriano ritrovato sul corpo di uno degli attentatori kamikaze allo Stadio di Saint Denis apparteneva ad uno dei terroristi , il ministro della Giustizia Christiane Taubira continua a sostenere che si tratta di un falso.

Il jihadista che si è fatto esplodere è transitato attraverso la Grecia, con registrazione fatta a Lesbo il 3 ottobre, dove sono state rintracciate le schede con le sue impronte digitali. L’uomo, è poi arrivato fino in Serbia passando per la Turchia. Tutto facile, quindi, per arrivare fino a Parigi e fare quel che poi ha fatto.

Ottenere un passaporto falso a Istanbul non è per niente difficile. “C’è una sorprendente quantità di canali. Anche senza un contatto ben preciso, basta cercare su Facebook e dire che si è siriani. Si arriva ai contatti giusti in pochi giorni”, ha detto una fonte citata dal quotidiano francese Liberation.

Tutto poi dipende dal prezzo che l’acquirente è disposto a pagare. I prezzi, scrive Liberation, sono relativamente bassi. Si parte dai 200 euro per un passaporto falso siriano di scarsa qualità, per arrivare a 10.000 euro per un passaporto europeo.

Dal 2012, quando la rivolta siriana è scaturita in una ribellione armata, i combattenti dell’Esercito siriano libero, nelle città conquistate, come Aleppo, hanno recuperato migliaia di passaporti in bianco negli uffici ufficiali del regime.

I trafficanti con sede in Turchia ne hanno recuperati una buona parte. Consegnando una foto e una serie di informazioni anagrafiche, il gioco è fatto pagando poco meno di 1.000 euro.  

E il passaporto ritrovato a Saint Denis è proprio uno di questi. Ribelli e migliaia di civili che prima non avevano un passaporto, adesso vanno avanti e indietro per la Siria, attraverso la Turchia.

1000 euro per un passaporto falso, passando attraverso la Turchia
1000 euro per un passaporto falso, passando attraverso la Turchia